Danakil (F) /

torna al programmaa

Nel 2000 otto studenti parigini uniscono la loro passione per la reggae music e decidono di dare vita ai Danakil, ispirandosi per il nome ad un deserto presente in Etiopia. Ispirati da classici quali Bob Marley, Steel Pulse e Gladiators, la band registra sin dalla sua fondazione un’intensa attività live. Il loro album di esordio esce nel 2007. Si chiama Microclimat e dimostra sin da subito la forza dei Danakil, bravi a sviluppare una sonorità ricca di influenze, oltre che una serie di canzoni che affrontano molti dei problemi attuali, con particolare attenzione ad argomenti riguardanti la tutela del nostro pianeta, attraverso azioni concrete e urgenti. Passa poco più di un anno e i Danakil registrano Dialoge De Sourds, loro secondo album al quale segue un grande tour con oltre 300 concerti. Proprio per catturare il clima particolare che la band sa creare dal vivo, nel 2009 arriva Live Au Cabaret Sauvage, con un DVD che riprende il viaggio musicale, spirituale e personale di tutti gli elementi del gruppo. E alla base del loro ultimo lavoro discografico c’è ancora un viaggio, che questa volta li porta però sia in Jamaica che in Mali, luoghi nei quali registrano il loro ultimo Echos Du Temps. Un disco che non rinuncia alla sua identità tutta particolare, come dimostra l’originale incontro tra sonorità reggae e “chanson” francese. Un esempio in tal senso è il rifacimento in chiave reggae di un classico di Edith Piaf dal titolo Je Ne Regrette Rien, che viene proposto anche con la partecipazione di U-Roy. I Danakil da sempre creano ponti tra la cultura francese e in particolare quella jamaicana, anche se nella loro musica non mancano altre influenze.

Link:
Danakil Official homepage
Myspace
Facebook
Last.fm